Quando un'imboscata ha quasi distrutto un Marine e un gruppo di armate

L'imboscatadella Task ForceRobbie

Nella primavera del 1968, l'esercito del Vietnam del Nord aveva messo gli occhi suDong Ha, una base del Corpo dei Marines a circa 12 miglia dalla Zona Demilitarizzata che divide il Vietnam del Nord e del Sud. Il 30 aprile, la NVA ha colpito vicino alla frazione di Dai Do, a circa un miglio da Dong Ha, innescando uno scontro a fuoco che ha infuriato fino al 3 maggio in uno degli scontri più mortali della guerra, che si è concluso con una vittoria dei Marines in inferiorità numerica che sono diventati uno dei leggendarie battaglie del Corpo. Ma il primo sangue americano in una serie di combattimenti che collettivamente divennero noti come la battaglia di Dong Ha fu versato a circa 3 miglia a ovest il 29 aprile durante uno scontro a fuoco un po 'ricordato nel villaggio deserto di Cam Vu.



La NVA ha pianificato l'attacco come seguito delTet Offensivee l'assedio della base dei marine a Khe Sanh, vicino al confine laotiano. Le unità comuniste che hanno lanciato gli attacchi del Tet il 31 gennaio erano state espulse dalle principali città entro la fine di marzo e l'assedio di Khe Sanh, iniziato il 21 gennaio, era stato interrotto dalle forze di soccorso statunitensi l'8 aprile. le unità NVA nel nord del Vietnam del Sud hanno spostato la loro attenzione sulla pianura costiera orientale più densamente popolata, in particolare Dong Ha.

Situata sul lato sud del fiume Mieu Giang, vicino all'incrocio tra la North-South Highway 1 e la East-West Highway 9, Dong Ha era un hub di rifornimento per le forze statunitensi nella regione. Se i vietnamiti del Nord avessero ammassato le truppe di fronte a Dong Ha sul lato nord del fiume, potrebbero interrompere il flusso di rifornimenti traghettati verso la città dalle navi al largo e potrebbero anche interrompere le spedizioni che si dirigono sull'autostrada 1 verso altri avamposti marini.

Durante la metà di aprile, la 320a divisione NVA iniziò a spostarsi in posizioni vicine a Dong Ha. A quel tempo ero di stanza vicino al villaggio di Cam Lo alla Base di supporto antincendio C-3 a circa 6 miglia da Dong Ha. Ero nel paese da gennaio ed ero un primo tenente dell'esercito americano assegnato come capo di plotone per la batteria B, 1 ° battaglione, 44 ° reggimento di artiglieria della difesa aerea, un'unità di M42A1 Dusters (veicoli cingolati simili a carri armati che erano equipaggiati con due 40 mm cannoni antiaerei) e mitragliatrici M55 Quad 50 (quattro cannoni calibro .50 montati in una torretta su un camion da carico da 2½ tonnellate).

Eravamo assegnati alla Task Force Robbie della 3a Divisione Marine, istituita a febbraio dal comandante della divisione Magg. Gen. Rathvon M. Tompkins come forza di reazione di fanteria corazzata che poteva inviare per sostenere altre unità che avevano bisogno di supporto in una battaglia.

I marines avanzarono sulla Highway 9 nell
I marines avanzarono sulla Highway 9 nell'aprile 1968 in un'operazione che pose fine all'assedio della NVA a Khe Sanh. (Foto AP)

Firebase C-3 è stata posizionata vicino all'incrocio di due strade principali, Highway 9 e Route 561, e quindi Task Force Robbie, dal nome del suo comandante, Col. Clifford Robichaud, potrebbe essere rapidamente schierata in qualsiasi punto caldo nella regione DMZ.

Oltre a ricevere i miei Army Dusters e Quad 50, la task force era rifornita di carri armati Patton M48A3, carri armati Zippo lanciafiamme M67A2 e veicoli Ontos M50A1 (con un corpo carro armato e sei fucili senza rinculo da 106 mm) dal 3 ° battaglione carri armati dei Marines. Inoltre, c'era un contingente di ingegneri marini.

Nel pomeriggio del 29 aprile, la Compagnia D, 1 ° Battaglione, 9 ° Reggimento Marine, fu temporaneamente assegnata alla Task Force Robbie dopo aspri combattimenti in collina vicino a Khe Sanh e trasportata in aereo a Cam Lo. James Stone, operatore radio del comandante della Compagnia D, ha ricordato: Abbiamo concluso il nostro soggiorno a Khe Sanh con un assalto a [Hill 471]. Abbiamo fatto più di 40 vittime lì e siamo stati portati a Cam Lo per il perimetro [difesa] e il rimontaggio. Pensavamo che Cam Lo fosse la 'zona posteriore', per così dire. La Task Force Robbie contava ora circa 140 uomini.

Il personale dell'intelligence della 3a divisione dei marine sapeva alla fine di aprile che qualcosa era in atto nell'angolo nord-orientale della DMZ. In un briefing per i leader della Task Force Robbie al C-3, ci è stato detto che le motovedette della Marina avevano segnalato nuotatori non identificati nel fiume vicino a Dong Ha il 24 aprile. Quattro giorni dopo, sono stati trovati esplosivi attaccati a pali su un ponte che attraversava il fiume. Cam Lo River vicino a C-3. Inoltre, le basi di fuoco nell'area DMZ orientale erano state sottoposte a un aumento dei bombardamenti di artiglieria. E un disertore della NVA ha divulgato che gli attacchi contro le forze del Vietnam del Sud nella regione erano imminenti.

All'inizio del 29 aprile, elementi della 320a divisione NVA hanno fatto saltare in aria un canale sotterraneo sull'autostrada 1 appena a nord del ponte di Dong Ha. In risposta, i comandanti del Vietnam del Sud hanno inviato due battaglioni vicini della 1a divisione, esercito della Repubblica del Vietnam. Le forze dell'ARVN hanno avuto un successo iniziale nella loro battaglia con la NVA, ma a mezzogiorno erano nei guai e il loro comandante ha contattato via radio Tompkins per chiedere assistenza. Il generale dei marine ordinò alla Task Force Robbie di supportare i battaglioni ARVN.

Quando la Task Force Robbie si è trasferita, l'ufficiale delle operazioni Maj. Bruce MacLaren è rimasto al campo base C-3, dove ha mantenuto i contatti radio con il comandante della task force Robichaud sulla strada e il personale del quartier generale della 3a divisione Marine e del 1 ° battaglione, 9 ° Marines . MacLaren ha inserito i riassunti di queste comunicazioni radio in un registro, l'S-3 Journal, il numero della lettera che riflette la posizione del maggiore come ufficiale di personale a livello di battaglione coinvolto nella pianificazione e amministrazione delle operazioni di combattimento. Le sue annotazioni mostrano come un membro chiave della Task Force Robbie abbia visto gli eventi del 29 aprile in tempo reale.

MacLaren ha registrato l'ordine di Tompkins nel fileDiario S-3 alle 15:05:Ricevuto l'ordine di Beachboy [indicativo di chiamata per Tompkins] di trasferirsi sui binari della ferrovia lungo RT. 8B.

Tompkins voleva che la Task Force Robbie si collegasse con le unità ARVN assediate prendendo la Route 8B est da Firebase C-3 ai binari della ferrovia che correvano paralleli all'autostrada 1. La Route 8B era una strada sterrata inutilizzata che correva su terreno pianeggiante intervallato da riso secco risaie, siepi e macchie di erba alta degli elefanti. A metà strada tra C-3 e ARVN c'era Cam Vu.

I membri della task force si aspettavano che la strada venisse minata, ma non avevano ricevuto alcuna informazione che indicasse che le truppe della NVA sarebbero state sulla loro strada. Pensavamo di andare a fare una passeggiata al sole, ricorda l'operatore radiofonico Stone.

Robichaud mi ha detto di prendere un Duster e un Quad 50 e di incontrare la task force al di fuori del perimetro C-3. Ho chiesto al leader della squadra Sgt. Larry Williams porterà il suo Duster e il Quad 50. Alle 16:00. La Task Force Robbie si è mossa lungo la Route 8B in un unico file. Gli ingegneri, alla ricerca delle mine, guidavano la colonna, seguiti dai fanti della Compagnia D che cavalcavano 10 carri armati.

Il mio Duster e il Quad 50 si erano accesi nella parte posteriore della colonna. Il Duster aveva un equipaggio di sei, se ricordo bene, incluso me nello scompartimento del comandante / operatore radio accanto all'autista. Quattro uomini erano nel Quad 50. I carri Patton dei Marines trasportavano anche quattro membri dell'equipaggio ciascuno, mentre i loro carri armati e Ontos ne avevano tre.

M50 Ontos, con sei fucili senza rinculo da 106 mm, ha viaggiato con la Task Force Robbie. Questo è altrove nel marzo 1968. (Esercito degli Stati Uniti)
M50 Ontos, con sei fucili senza rinculo da 106 mm, ha viaggiato con la Task Force Robbie. Questo è altrove nel marzo 1968. (Esercito degli Stati Uniti)

S-3 Journal, 16:35:Il carro armato ha colpito la mia a [coordinate] 157609. Tre vittime di routine segnalate.

A circa 30 metri di fronte a me ho visto un'enorme colonna di terra esplodere verso l'alto, seguita da una forte esplosione. Il Duster e il Quad 50 si sono rapidamente spostati avanti per vedere cosa fosse successo e hanno scoperto che un carro armato di fiamme marine aveva colpito una mina in un letto di torrente asciutto. Cpl. John Wear, l'artigliere nel carro armato (chiamato Crispy Critters) in seguito ricordò che l'intero carro armato si sollevò e cadde violentemente. C'era polvere ovunque all'interno del serbatoio. Usura, comandante del carro armato Cpl. Charles West e conducente Pfc. Brad Goodwin si è ammucchiato fuori dal carro armato disabile, scappando senza ferite gravi.

S-3 Journal, 17:00:Sit Rep [rapporto sulla situazione] a Beachboy - informazioni sui danni alla miniera.

Mentre la task force aspettava che un altro carro armato di Firebase C-3 recuperasse il carro armato infuocato danneggiato, Robichaud mi ha ordinato di sparare su un hooch isolato in un'area aperta a circa 200 metri a nord-est perché l'esplosione del carro armato potrebbe essere stata fatta esplodere a distanza dall'NVA soldati nascosti all'interno. Il mio Quad 50 ha ridotto il barile in macerie con alcune raffiche ben piazzate di mitragliatrice. Ci è voluta circa un'ora per arrivare un altro carro armato, agganciare un cavo al serbatoio disabile e rimorchiare il suo equipaggio di tre persone al campo.

S-3 Journal, 18:00:Sit Rep - continuando la marcia.

La Task Force Robbie aveva mantenuto la sua posizione fino a quando il carro armato disabile non era stato portato via.

S-3 Journal, 18:40:Engs. ha fatto esplodere una mina a xxxxx [luogo non segnalato] e ha provocato 3 esplosioni simpatiche.

Mentre proseguivamo sulla Route 8B, potevo sentire esplosioni soffocate verso la parte anteriore della colonna mentre gli ingegneri localizzavano e facevano esplodere le mine terrestri. Il Quad 50, l'unico veicolo a ruote nella colonna, era più vulnerabile ai miei danni rispetto ai veicoli cingolati, e Robichaud mi ha ordinato di rispedirlo a C-3.

Siamo passati attraverso Cam Vu intorno al tramonto. Circa 200 metri dopo il villaggio, la colonna ha svoltato a sinistra, dirigendosi a nord su una strada statale alla ricerca di un'altra strada a est verso l'autostrada 1 in modo da poter evitare la Route 8B, pesantemente minata. Quando la colonna iniziò a girare, ricevette fuoco. I fanti della compagnia D smontarono i carri armati e contrattaccarono il nemico. Il 3 ° plotone della compagnia si trovava sul fianco destro quando la fanteria iniziò a spazzare in avanti, ma si spostò troppo a destra (est) e si imbatté nella NVA. Un gruppo di 13 marines nel plotone si è fatto strada attraverso le posizioni della NVA, ma i vietnamiti del Nord hanno rapidamente colmato il divario nella loro linea, tagliando i 13 uomini fuori dalla principale forza americana. La Task Force Robbie stava ricevendo pesanti colpi di armi leggere, granate con propulsione a razzo e colpi di mortaio da 82 mm in arrivo. Il gruppo di comando della task force si insediò rapidamente in un piccolo cimitero e mi fu ordinato di coprire la parte posteriore della forza con il mio Duster.

Proprio all'inizio dello scontro a fuoco abbiamo perso 3 KIA e molti altri WIA, Pfc. Gary Werley, uno dei 3 ° plotone marines nel gruppo separato, ha ricordato in una lettera. Avevamo un carro armato con cui stavamo per attaccare, ma lo hanno colpito con un gioco di ruolo ... e ogni volta che lo hanno colpito abbiamo avuto più vittime. Il carro armato si è ritirato e abbiamo iniziato a spostare le nostre vittime nella parte posteriore, poi il resto del plotone si è ritirato. Ha aggiunto: Ci hanno inchiodati con chicom [lunghe granate con manico di legno che erano varianti di granate prodotte dai comunisti cinesi] e fuoco AK-47. I combattimenti sono stati feroci e, in alcuni casi, faccia a faccia.

S-3 Journal, 18:55:Informazioni ricevute da 1/9 COC [1 ° Battaglione, 9 ° Marines, centro operativo di comando] relative a 2 società VC situate a 173610 e 184603. Informazioni passate a CO TFR [Robichaud, comandante, Task Force Robbie].

L'intelligence della marina ha messo la forza del nemico nell'area in due compagnie. Apparentemente la NVA stava cercando di impedire alla Task Force Robbie di rinforzare l'ARVN sull'autostrada 1. La NVA era stata scavata, aveva un supporto di mortaio da 82 mm e un'ampia scorta di giochi di ruolo.

S-3 Journal, 19:50:CO TFR Ha informato Beachboy che TF aveva incontrato un po 'più di quanto poteva sopportare. Sarà retrogrado a C-3.

Dopo un'ora dall'inizio dello scontro a fuoco era ovvio che le truppe della Task Force Robbie non potevano farsi strada attraverso le forze di blocco nemiche. I Marines erano impegnati con la NVA a distanza ravvicinata e le vittime continuavano a crescere. Tutti e quattro gli Ontos sono stati danneggiati da colpi di mortaio, con un membro dell'equipaggio ferito. Tre dei 10 carri armati avevano subito danni al mio e al gioco di ruolo.

Era ormai buio e la Task Force Robbie era in una posizione insostenibile. La sua fanteria consisteva in una compagnia di fucilieri della Marina esaurita, con 13 uomini tagliati dietro le linee nemiche. Gli avversari erano soldati della NVA freschi e ben armati.

S-3 Journal, 20:00:Rappresentante seduto, sta ancora cercando di estrarre.

Per stabilizzare la situazione per un ritiro, Robichaud ha chiesto il fuoco dell'artiglieria per indebolire le unità nemiche. Centralina di prua Cpl. John Brooks, che normalmente coordinava gli attacchi aerei, quella notte lavorò con il supporto dell'artiglieria. A un certo punto è strisciato in cima a un tumulo sepolcrale nel cimitero per dirigere il fuoco dell'obice da 105 mm dalle vicine basi di combattimento marine.

Ha anche chiamato un aereo C-123 Provider Candlestick dell'Air Force per lanciare razzi che si sono paracadutati a terra e hanno illuminato il campo di battaglia.

Nel frattempo, la fanteria ha cominciato a disimpegnarsi. Per prima cosa, i carri armati erano allineati al passo, a circa 20 metri di distanza, di fronte al nemico. Quindi, con il cielo notturno illuminato dai razzi C-123, la Compagnia D indietreggiò, passando attraverso la linea protettiva dei carri armati. Ma restava il problema dei fucilieri del 3 ° plotone.

Un carro armato Patton e due fucilieri marini della Task Force Robbie combattono contro l
Un carro armato Patton e due fucilieri marini della Task Force Robbie combattono contro l'NVA nell'area di Cam Vu. (Keystone / Alamy)

S-3 Journal, 21:00:Rappresentante: sta ancora tentando di ritirarsi. C-6 [indicativo di chiamata per un comandante di compagnia con la task force, possibilmente la compagnia di carri armati C o la compagnia di fanteria D] che rimane dietro per assistere il ritiro della fanteria. Un'unità è bloccata.

I 13 uomini del 3 ° plotone che erano intrappolati dietro le linee nemiche si sono formati in una posizione difensiva a 360 gradi mentre aspettavano l'aiuto dell'unità principale. Hanno mantenuto il silenzio radio perché la trasmissione potrebbe rivelare la loro posizione alla NVA. I loro compagni Marines sulla linea dei carri armati usarono un faro ad alta intensità montato su uno dei carri armati per cacciarli. La luce scorreva lentamente lungo il terreno in un arco fino a quando il raggio non fu direttamente sopra i Marines di separazione. Mentre il raggio era fissato in quel punto, altri due carri armati corsero verso i Marines intrappolati. I sette marines a piedi, i cinque WIA e un KIA erano tutti caricati in fretta e furia sui carri armati che sono rapidamente tornati alle linee amichevoli, ha scritto Werley nella sua lettera.

S-3 Journal, 21:30:Red Alert impostato dal COC 1/9 in base ai movimenti delle truppe [nemiche] verso il nostro nord. Coordinate VIC 162637.

Il mio Duster - ancora in fondo alla nostra posizione, dove all'inizio del combattimento era stato ordinato di coprire la parte posteriore della task force - si trovava in una radura parzialmente racchiusa da un grande cespuglio di erba elefante. Un carro armato inviato da Firebase C-3 per assistere con il ritiro era arrivato e si è fermato a circa 20 metri alla mia destra, ma non appena ha tirato su un RPG è uscito inarcato dal boschetto di erba degli elefanti e ha colpito la torretta, facendo salire una pioggia di scintille bianche.

Alla luce dei bagliori aerei vidi con una certa trepidazione mentre un'autocisterna ferita veniva sollevata. Il mio Duster sarebbe il prossimo obiettivo? Non c'era movimento nell'erba degli elefanti, solo un silenzio inquietante, e mentre i razzi discendenti oscillavano nei loro paracadute, ogni ombra oscillava avanti e indietro all'unisono, tutt'intorno a noi.

All'improvviso ho ricevuto un messaggio radio urgente da Robichaud, che mi informava che il quartier generale del 1 ° battaglione, il 9 ° Marines, aveva emesso un allarme rosso, indicante un attacco imminente. Un equipaggio di C-123 che lanciava razzi aveva individuato una forza della NVA che marciava rapidamente da nord verso la Task Force Robbie.

Immaginavo che i rinforzi della NVA avrebbero evitato il terreno aperto alle nostre spalle e avrebbero attaccato attraverso il folto dell'erba degli elefanti. Non ho visto nessun nemico avvicinarsi, quindi ho deciso che la migliore difesa era una ricognizione Duster con il fuoco, spruzzando l'intera area di presunta presenza nemica con un fuoco di 40 mm. L'equipaggio di Duster iniziò a rastrellare i colpi di arma da fuoco avanti e indietro nel boschetto. Luminose esplosioni illuminarono la notte e un muro di frammenti di conchiglie volanti squarciò il bordo della boscaglia. Se qualche truppa della NVA ha tentato di infiltrarsi nell'erba degli elefanti, non ce l'hanno mai fatta.

S-3 Journal, 22:35:TF che lascia il perimetro al flusso e tenta di tornare. Avvisato 1/9 che potremmo aver bisogno della loro assistenza.

Poco dopo la missione antincendio Duster, la Task Force Robbie è tornata sulla Route 8B per tornare alla Firebase C-3. Il mio Duster era in fondo alla colonna. L'artiglieria di supporto dalle basi vicine a nord ha lanciato un enorme sbarramento protettivo finché non siamo stati fuori pericolo.

S-3 Journal, 23:15Rec'd parola TFR fuori area. Notificato BB 3X per riprendere l'area di Cam Vu. [BB 3X era probabilmente l'ufficiale della 3a Divisione Marine S-3.]

Dopo poche centinaia di piedi il mio Duster si imbatté in un fuciliere dei marine che zoppicava per una ferita sanguinante alla coscia ed era caduto dietro gli altri durante la marcia. Lo abbiamo aiutato a salire a bordo dietro la torretta per il viaggio di ritorno.

S-3 Journal, 23:27:CO TFR torna a C-3.

Il numero delle vittime dei Marines è stato di quattro morti, 29 feriti e sei dispersi. Il giorno seguente i corpi dei sei marines dispersi furono trovati sul campo di battaglia, e diversi giorni dopo un altro marine morì per le ferite, portando il totale a 11 morti e 28 feriti. La compagnia D ha riportato la morte di 22 nemici.

Dopo che l'imboscata della NVA ha interrotto la marcia della Task Force Robbie verso le unità del Vietnam del Sud assediate, i due battaglioni dell'ARVN hanno rotto il contatto con la NVA e si sono ritirati.

Diario S-3, mezzanotte 12:Voce di chiusura: riepilogo degli eventi. TF aveva un impegno pesante a ovest di Cam Vu. Area infestata da NVA, ben armata con mine e giochi di ruolo.

Il giorno dopo l'incontro della Task Force Robbie con la NVA a Cam Vu, Tompkins ordinò al 3 ° Battaglione, 9 ° Marines, di essere trasportato in aereo in C-3 per sostituire la Compagnia D. del 1 ° Battaglione Il 30 aprile, il 3 ° Battaglione attaccò la NVA vicino a Cam Vu con carri armati e tre compagnie piene, piuttosto che l'unica compagnia che aveva combattuto lì la notte prima. In diverse battaglie nei giorni successivi, il 3 ° battaglione scacciò il NVA dal campo. Le vittime del battaglione dal 30 aprile al 3 maggio ammontano a 42 morti e più di 70 feriti.

Quelle erano perdite strazianti, ma la battaglia per Dong Ha ha visto battaglie più grandi e più sanguinose, in particolare nell'area vicino a Dai Do (87 morti, quasi 300 feriti), prima che i combattimenti terminassero in gran parte a metà maggio come 320a divisione NVA ricadde nel Vietnam del Nord. Gli impegni di Dong Ha sono costati complessivamente alle forze statunitensi 327 uccisi e oltre 1.500 feriti. Le perdite NVA sono state stimate in 3.600 morti.

Richard H. Smiley, Ph.D., era un capo di plotone dell'esercito nella batteria B, 1 ° battaglione, 44 ° reggimento di artiglieria della difesa aerea, vicino alla DMZ e successivamente capo della squadra del Mobile Advisory Team 65 nel Delta del Mekong nel 1968. Egli è un psicologo in pensione che vive a Pahrump, Nevada.Ringrazia John Wear per la sua assistenza.