Come i francesi hanno vinto la rivoluzione americana



Navi decrepite, segnali ringhianti e indecisione condannarono gli inglesi nella battaglia dei promontori della Virginia e assicurarono l'indipendenza dell'America.

È impossibile dire chi fosse più sbalordito quella mattina di sole del 5 settembre 1781, quando le vedette delle flotte francesi e britanniche opposte segnalarono le navi in ​​lontananza. Appena sei giorni prima, il retroammiratore François Joseph Paul, conte di Grasse, comandante della flottiglia francese, era arrivato nella baia di Chesapeake, con la gioia assoluta ed evidente del generale George Washington, normalmente stoico. Le navi di De Grasse avevano portato 3.000 truppe di crack dei reggimenti Agenois, Gatinais e Touraine per sostenere la coalizione franco-americana che assediava l'esercito britannico di 8.000 uomini sotto il tenente generale Charles, Earl Cornwallis a Yorktown, Virginia. L'ammiraglio, tuttavia, si aspettava altre otto navi francesi cariche di soldati e artiglieria d'assedio pesante da Newport, Rhode Island, non dalla Royal Navy.

Navigando con il vento di nordest, il Rear Adm britannico. Thomas Graves si era fidato dell'intelligence raccolta dal suo subordinato, Rear Adm. Sir Samuel Hood, che una settimana prima, solo poche ore prima dell'arrivo di de Grasse, non aveva notato alcuna traccia di nemico. navi nella baia di Chesapeake. Desideroso di alleviare il Cornwallis, Graves era abituato all'egemonia navale britannica e non si aspettava di incontrare i francesi, tanto meno di affrontarli. Non aveva convocato un consiglio di capitani per discutere le tattiche, né aveva coordinato un piano di battaglia. Cosa più significativa per l'imminente mischia navale, lui e la sua flotta avevano trascurato di sincronizzare i loro segnali. Ora l'ammiraglio inglese sbalordito trovò all'ancora l'intera flotta caraibica francese di 24 navi da guerra, superando in numero le sue 19 navi battute dalle intemperie.

Da Grasse, sullaCittà di Parigi, la più grande nave da guerra del mondo, aveva le sue preoccupazioni: le sue navi erano tutte all'interno di Cape Henry; la marea stava allagando; e 1.600 dei suoi ufficiali, marinai e marines erano a terra. Tuttavia, l'intrepido ammiraglio ordinò immediatamente alle sue navi di infilare i cavi di ancoraggio e di prepararsi per la battaglia.

Le navi britanniche, praticamente da bompresso a taffrail, trasbordavano in una classica formazione della Royal Navy, tipicamente così precisa che, per dirla con un osservatore del XVII secolo, niente è uguale al bellissimo ordine della linea… inglese. Queste navi navigano in un modello compatto conforme a quello della Royal NavyIstruzioni di combattimento permanenti, che governava la guerra navale britannica e massimizzava la potenza di fuoco della flotta in inferiorità numerica. L'articolo 21 del manuale imponeva a ogni nave di rimanere in formazione dietro la nave di testa fintanto che la linea di stendardo di battaglia volava dal cantiere dell'ammiraglia, ma Graves sapeva che la maggior parte delle sue navi, appena arrivate dalle Indie occidentali, non aveva avuto tempo per fondersi in macchine da combattimento efficienti.

De Grasse, il comandante francese, aveva preso 20 navi di linea e tre fregate per scortare circa 150 trasporti attraverso l'Atlantico, aveva incontrato una flotta britannica in inferiorità numerica sotto Hood nei Caraibi, aveva bloccato la Martinica, catturato Tobago e scortato un altro grande convoglio di mercantili a Santo Domingo. Lì ricevette messaggi dal ministro francese in America, il cavaliere de la Luzerne, e dal tenente generale Jean Baptiste Donatien, conte de Rochambeau, che gli chiedevano di salpare per il Chesapeake.

De Grasse obbedì, aspettandosi che Rochambeau si sarebbe unito a lui con le truppe per intrappolare Cornwallis. In barca a vela, l'ammiraglio ha preso un grosso rischio, perché poteva fare poco senza Rochambeau, e ha lasciato una sola nave da guerra per proteggere un convoglio di 126 mercantili che tornavano in Francia dai Caraibi. (Quella flotta è arrivata sana e salva.)

De Grasse, prendendo in prestito artiglieria e truppe dalle guarnigioni caraibiche, aveva scommesso gran parte della sua fortuna personale e reputazione in questa manovra audace, persino sconsiderata, per sostenere Washington a Yorktown, lasciando i Caraibi praticamente indifesi. Come rifletté un ufficiale inglese, se il governo britannico avesse approvato, o un ammiraglio britannico avesse adottato, una misura del genere, l'una sarebbe stata eliminata e l'altra impiccata. Tuttavia, a Yorktown, ha trovato sia Washington che Rochambeau.

Ora gli inglesi lo avevano trovato. I marinai che temevano il temperamento instabile di questo orso di un uomo sostenevano che la corporatura di un metro e ottanta per due di de Grasse era cresciuta di pochi centimetri prima della battaglia. Quando le vele furono sollevate, l'ammiraglio ordinò che i fuochi di cucina si spegnessero, i marines sulle cime dei combattimenti e i ponti liberati per l'azione. Sebbene nessuna nave abbia battuto bandiera americana, la battaglia dei Promontori della Virginia avrebbe deciso il destino della neonata nazione.

Non fino alla vittoria del 1777 a Saratoga, gli scettici nemici della Gran Bretagna credettero che l'esercito continentale avrebbe potuto effettivamente ottenere l'indipendenza. Tuttavia, Washington ha concluso che, qualunque siano gli sforzi compiuti dagli eserciti terrestri, la marina deve avere il voto decisivo nel presente contesto, e poiché la flotta neonata americana non poteva che infastidire il nemico, le alleanze europee erano imperative. La Spagna e l'Olanda si sarebbero unite alle ostilità contro la Gran Bretagna, ma la Francia era il più fedele alleato dell'America, anche prima della sua formale dichiarazione di guerra contro la Gran Bretagna il 10 luglio 1778.

Dopo le umilianti perdite militari e territoriali della Guerra dei Sette Anni, la politica estera della Francia si è concentrata sulla pace europea e sulla vendetta contro la Gran Bretagna. Osservando il crescente malcontento del dopoguerra nelle colonie nel 1770, il calcolatore degli esteri francese, Étienne-François, duc de Choiseul, scrisse che l'indipendenza americana era cruciale ... per impedire l'ulteriore monopolio dell'Inghilterra del commercio transatlantico, per indebolire la sua posizione finanziaria, per legare aumentare la sua forza lavoro e il suo potere di mare ... e per rendere più precaria la presa dell'Inghilterra sulle sue colonie.

Quando le ostilità si aprirono su Lexington Green il 19 aprile 1775, il successore di Choiseul, Charles Gravier, conte de Vergennes, iniziò a fornire di nascosto polvere da sparo, armi e prestiti agli americani attraverso una finta società commerciale, Roderique Hortalez & Co., mentre i porti francesi lo permettevano un rifugio pronto per corsari ribelli e navi. Il 6 febbraio 1778, la delegazione americana guidata da Benjamin Franklin ottenne il riconoscimento politico e un'alleanza militare che impegnava entrambi gli alleati a non accettare la pace con la Gran Bretagna fino a quando l'indipendenza americana non fosse stata raggiunta.

Qualunque sia l'ironia che esisteva in una coalizione tra la più antica monarchia assoluta d'Europa e l'America repubblicana, Washington ha accolto con favore l'aiuto di volontari come Marie Joseph Paul Yves Roch Gilbert du Motier, marchese de Lafayette, nell'umile e altezzosa Gran Bretagna.

La Manica, l'Oceano Indiano e il Mar dei Caraibi tornarono ad essere i teatri di guerra, proprio in mezzo alle onde dove la Francia aveva precedentemente subito le sconfitte navali della baia di Quiberon, sulla costa atlantica francese; Lagos, Portogallo; e Negapatam e Porto Novo, entrambi nel Golfo del Bengala, durante la Guerra dei Sette Anni.

La guerra franco-indiana, come gli storici americani chiamano quel conflitto, aveva anche lasciato l'Inghilterra vittoriosa con debiti onerosi che non solo portarono la Gran Bretagna a imporre nuove tasse alle sue colonie, ma costrinsero anche Frederick North, Lord North, a fare tagli draconiani alla Royal Bilancio della Marina. Quando scoppiò la guerra, William Barrington, il visconte Barrington, il segretario alla guerra, riteneva che il miglior uso dell'esaurimento della Royal Navy fosse in un rigoroso blocco, che strangolando il commercio avrebbe potuto mettere in ginocchio senza sangue i coloni ribelli.

Il Primo Lord dell'Ammiragliato John Montagu, conte di Sandwich, ha ignorato le proposte di Barrington. Gli americani fecero scivolare gli armamenti di cui la ribellione aveva bisogno disperatamente oltre il poroso cordone britannico, ei marinai americani fecero irruzione nelle navi inglesi anche nel Mare d'Irlanda e nelle Indie occidentali. Il mare è invaso da corsari, borbottò Lord Sandwich, e le richieste di convogli e incrociatori sono così grandi che non sappiamo come gestirle. Nel frattempo, l'esercito britannico ha pasticciato ogni opportunità per schiacciare la ribellione prima che l'intervento francese potesse sostenere la rivoluzione in difficoltà.

Per la Royal Navy, tuttavia, l'apertura alla battaglia dei Promontori della Virginia sembrava di buon auspicio, poiché i francesi lottavano per formare la loro linea di battaglia. L'ammiraglio Graves con i 98 cannoniLondracomandava uno squadrone già in formazione, con 1.400 cannoni e 13.000 marinai. Hood, il suo subordinato talentuoso ma difficile, ha guidato il furgone con i cannoni 90Barfleur.

Tuttavia, molte navi britanniche furono trascurate e soggette alle intemperie. I lealisti avevano salutato l'arrivo del principe William Henry a New York, ma il guardiamarina scioccato su HMSPrince Georgescrisse a suo padre, Giorgio III, che la flotta [è] in condizioni miserabili ... e c'è una grande scarsità di alberi più bassi e ... di tutti i negozi qui. Durante cinque anni di occupazione, gli inglesi avevano trascurato di stabilire un cantiere navale, lasciando Graves non solo in inferiorità numerica, ma anche rifornito di mere ombre di navi, in particolare il 74 cannoniTerribile, i cui marinai furono costretti ad armare sia pompe che cannoni mentre si avvicinava alla formidabile flotta gallica.

Per le colonie, tuttavia, l'intervento francese aveva portato finora solo delusioni e recriminazioni. La flotta di Tolone sotto l'ammiraglio Charles Henri Jean-Baptiste, conte d'Estaing, i cui talenti marziali non hanno mai eguagliato il suo coraggio, costrinse gli inglesi a evacuare Filadelfia e difendere New York City, ma la sua fiacca traversata dell'Atlantico di 12 settimane nel 1778 gli impediva la sua intercettazione dell'ammiraglio Lord Richard Howe mentre lasciava la baia del Delaware per la sicurezza di New York.

Se fosse avvenuto un passaggio di lunghezza anche ordinaria, scrisse un frustrato Washington, Lord Howe con le navi da guerra britanniche e tutti i trasporti nel fiume Delaware dovevano essere inevitabilmente caduti, dando alla Francia una Saratoga nautica. Quelle stesse navi inglesi, che erano fuggite da pochi giorni, sventarono il suo blocco di New York, e anche il successivo attacco dell'ammiraglio a Newport, nel Rhode Island, fallì. Nel 1779, d'Estaing guidò un catastrofico assalto a Savannah, in Georgia. Tornato in Francia, fu posto al comando della Guardia Nazionale a Versailles, proteggendo la famiglia reale. (Fu ghigliottinato a Parigi nel 1794.)

Ora, per questa fatidica campagna della Virginia del 1781, l'ammiraglio de Grasse, che aveva messo a nudo le difese dell'India occidentale, informò Washington che poteva rimanere solo sei settimane, una breve opportunità contro le campagne di molti mesi dell'epoca.

La sua flotta, tuttavia, incarnava la rivitalizzata armata francese, ricostruita durante un periodo di enormi progressi nell'artiglieria, nella tattica e nella segnalazione. Il re Luigi XV aveva creduto che il futuro della Francia imperiale fosse la marina, e l'istituzione della prestigiosa Académie de Marine nel 1752 aveva formato una nuova generazione di ufficiali instillati con il dovere di restituire alla bandiera francese il lustro con cui brillava un tempo.

Gli abbonamenti e le donazioni del pubblico avevano costruito navi come laMarsiglia,Linguadoca,Bretagna,Borgogna, e de Grasse è enormeCittà di Parigi. Recuperare il suo prestigio nautico era diventata una tale ossessione nazionale che le signore della corte di Versailles sfoggiavano le acconciature Belle Frégate e Belle Poule, con modelli di navi incastonati tra le loro serrature torreggianti. Seguendo il manuale del XVII secolo,L'arte degli eserciti navali, scritta dopo gravi perdite subite da inglesi e olandesi, la strategia gallica enfatizzava i combattimenti difensivi.

Tuttavia, de Grasse, che aveva combattuto gli inglesi per la maggior parte dei suoi 59 anni, non poteva rimanere all'ancora senza rinunciare alle otto navi del conte Jacques-Melchior Saint Laurent de Barras, già in partenza da Newport con 4.000 soldati, provviste e vitale assedio di Gribeauval. cannone; la Royal Navy, appena al largo, avrebbe ridotto il lavoro di quella piccola flotta. Faticosamente, le navi di de Grasse, presidiate da 15.000 marinai, iniziarono a virare attraverso il canale per affrontare gli inglesi.

Se la Royal Navy formasse le pareti di legno dell'Inghilterra, allora quelle mura erano un po 'traballanti quando iniziò la guerra rivoluzionaria. Molti dei migliori marinai e cantieri della Gran Bretagna erano americani. Diciottomila marinai coloniali altamente qualificati avevano presidiato un terzo delle navi militari e mercantili inglesi, mentre i suoi cantieri navali lanciavano schiere di navi idonee alla navigazione e veloci. Dal momento che ci sono voluti un numero enorme di alberi secolari per costruire un solo due piani da 74 cannoni, la robusta quercia inglese ha subito la decimazione. I cantieri navali britannici guardavano alla regione baltica e in particolare alle foreste vergini dell'America ribelle per i magnifici pini necessari per alberi e longaroni, o per il legname bussola per formare ginocchia e costole. L'architettura navale inglese, tuttavia, rimase indietro rispetto ai progetti francesi, spagnoli e americani, e nei cantieri navali, burocrati corrotti, appaltatori fiduciari del legname e ladri di provviste rendevano l'inganno alla Royal Navy uno sport nazionale.

Sul ponte, la misera paga, la monotonia, la disciplina brutale e il pericolo del servizio navale attiravano pochi volontari. Morire per il re e la patria significava solo che i loro resti malconci gettassero fuori bordo senza tante cerimonie. Le squadre consistevano in gran parte di criminali tirati fuori dalle carceri o reclute di bande di stampa sequestrate da mercantili di passaggio, fogne urbane e verdi dei villaggi. Dei 175.990 marinai britannici introdotti tra il 1774 e il 1780, 19.784 morirono per combattimenti o malattie e 42.069 abbandonarono.

Oltre a fondere equipaggi litigiosi e eterogenei in forze di combattimento, i comandanti erano ostacolati dall'ingombrante e obsoletoIstruzioni permanenti di navigazione e combattimentoe perseguitato dallo spettro dell'ammiraglio John Byng. Dopo la sua incapacità nel 1757 di sollevare l'isola mediterranea di Minorca, assediata durante la Guerra dei Sette Anni, Byng fu giustiziato non per vigliaccheria o ... disaffezione, ma per incapacità di fare del suo meglio. Nel suo romanzoCandido, il filosofo Voltaire ha scritto in modo derisorio in [Inghilterra] che è saggio uccidere di tanto in tanto un ammiraglio per incoraggiare gli altri.

Lo stesso Byng aveva fatto parte del consiglio che dopo la battaglia di Tolone del 1744 condannò l'ammiraglio Thomas Mathews con nove dei suoi capitani e quattro luogotenenti per aver attaccato prima che la sua linea fosse completa. L'ammiraglio Byng, però, sarebbe crollato alMonarcaPonte davanti a un plotone d'esecuzione perché aveva aspettato che la sua flotta si formasse, in conformità con ilIstruzioni di combattimento, anche se troppo tardi per vincere la battaglia.

Questo libro di segnali codificava le manovre tattiche dell'era della vela da combattimento dove le comunicazioni attraverso la cacofonia di corni, trombe parlanti, trombe, tamburi e pistole si rivelarono inaffidabili lungo le linee di battaglia che si estendevano per miglia. Bandiere e lampade esposte dagli alberi e dai cantieri cercavano di preservare l'ordine e coordinare le manovre in mezzo al caos di fumo di cannone, schegge volanti e spari, sartiame che cade e ponti scivolosi di sangue.

La prima copia sopravvissuta del 1711 contiene 134 segnali diurni, sei segnali di nebbia realizzati con pistole e venti segnali notturni che furono issati in alto sopra la nebbia della battaglia o la foschia oceanica. Le fregate presenti trasmettevano stendardi per trasmettere i segnali dall'ammiraglia alla flotta. Per aumentare la confusione, gli ammiragli inserirono segnali personali tra i loro ordini permanenti, completando, complicando e occasionalmente contraddicendoIstruzioni di combattimento. Gli ufficiali britannici affrontarono coraggiosamente colpi di mitragliatrice, palle, tempeste e malattie. Tuttavia, questi coraggiosi marinai potevano sfuggire alla disgrazia della censura, del cassiere o dell'esecuzione ai sensi dell'articolo n. 12 del Naval Discipline Act del 1749 solo aggrappandosi a segnalare le restrizioni sui libri così tiranniche e conservatrici che un ammiraglio che obbediva, scrisse lo storico Nathan Miller , non poteva perdere una battaglia…. Ma non poteva nemmeno vincere.

Ma vincere l'Inghilterra doveva: re Giorgio III, il primo ministro Lord North e il segretario coloniale Lord George Germain, visconte Sackville, non potevano permettersi un'altra sconfitta sulla scala di Saratoga. Il 20 dicembre 1780, la Gran Bretagna dichiarò guerra al declino della potenza marittima dell'Olanda, rischiando un'ulteriore escalation con l'imperatrice russa Caterina la Grande, che, arrabbiata per l'interferenza dell'Inghilterra nel commercio baltico, aveva formato l'Alleanza per la neutralità armata. La guerra con la Spagna era scoppiata il 15 giugno 1779; Pierre André de Suffren Saint-Tropez, il brillante ammiraglio francese, ha minacciato l'India; Florida e Minorca sarebbero cadute; Gibilterra fu assediata; e le vulnerabili Sugar Islands dei Caraibi erano mature per essere spennate. Anche gli attacchi britannici a Città del Capo olandese furono respinti, mentre la stessa Inghilterra era sfuggita per un pelo all'invasione da parte di francesi e spagnoli nell'estate del 1779.

In Nord America, Cornwallis aveva marciato per 1.500 miglia estenuanti da Charleston, nella Carolina del Sud, vincendo una serie di vittorie di Pirro prima che le sue truppe esauste si unissero all'esercito del Magg. Gen. William Phillips che devastò la Virginia nel 1781.

Eppure ora, sebbene Yorktown fosse accessibile via mare, per 8.000 soldati britannici, sostenuti dai 44 cannoniCaronte, fregate e trasporti, il porto del tabacco era diventato una trappola. Washington, sostenuto dal generale francese Rochambeau, aveva finto prima verso New York, poi aveva marciato per 400 miglia fino al suo vero obiettivo, l'esercito di Cornwallis.

Il comandante americano si sentì ugualmente obbligato a vincere: siamo alla fine del nostro legame ... ora o mai più la nostra liberazione deve arrivare. La Rivoluzione stava giungendo a una fine patetica, mentre l'esercito continentale affamato, lacero e non pagato si ribellò e la Francia cominciò a dubitare della fermezza ... degli alleati [americani]. Washington e Cornwallis sapevano che il vincitore di questo assedio molto probabilmente avrebbe vinto questa guerra di lunga durata.

80 cannoni del Commodoro Louis-Antoine Bougainvilleagostoformato il furgone della flotta francese che salpa dalla baia di Chesapeake. Le quattro navi francesi in testa emersero in formazione di battaglia, ma quelle che seguirono rimasero indietro in uno schema irregolare, con l'ammiraglia di de Grasse 12a in linea. Graves avrebbe potuto chiudere e concentrare il fuoco sul debole furgone francese, poiché con la terra a poppa ea sud, de Grasse era impegnato sulla sua rotta verso est e non poteva manovrare per fuggire. Invece, all'una, Graves riorganizzò la sua flotta al passo con una linea di rilevamento est-ovest mentre si trovava ancora a 12 miglia dal nemico, ma si avvicinava costantemente alle secche di Middle Ground. Poco dopo le due, i segnali inviati in alto comandavano alla flotta di non avvicinarsi per la battaglia, ma di consumarsi, o di girare in formazione, dando alla linea francese il tempo di formarsi. Un esasperato Hood dichiarò: La flotta britannica aveva in vista un ricco e abbondante raccolto di gloria, ma i mezzi per raccoglierlo furono omessi.

Attaccare il furgone francese, tuttavia, è stata una manovra rischiosa che, in una prova di nervi e di marineria, ha esposto la vulnerabile prua della nave a devastanti bordate. Tuttavia, i dubbi che Hood aveva servito sotto Graves erano tipici del dissenso che aveva sconvolto la Royal Navy.

Il rancore verso Lord Sandwich era divisivo quanto la politica partigiana tra Whig e gli ufficiali Tory. Sandwich aveva alienato così tanti marinai di talento che nel 1779 rimase solo l'ammiraglio di 63 anni.Sir Charles Hardy, un uomo che non possedeva un granello del comandante in capo in lui, per comandare la flotta della Manica e respingere i 66 francesi e Navi spagnole che minacciano l'Inghilterra. La scarsa organizzazione e la malattia che affliggeva la flotta borbonica si erano dimostrate molto più decisive della marineria britannica nel contrastare l'invasione della Seconda Armata.

Dopo le dimissioni dell'amm. Richard Howe per le politiche di Sandwich, la stazione nordamericana divenne un rifugio per anziani e incompetenti, come il retroamm. James Gambier e in particolare il vice amm. Marriot Arbuthnot.

Nei Caraibi, il celebre ma avaro Sir George Rodney implorò la cattiva salute di tornare in Inghilterra e di scortare il suo bottino sequestrato dall'emporio commerciale olandese di St. Eustatius. Inviò ad Arbuthnot gli avvertimenti dell'approccio di de Grasse e le istruzioni di salpare per il Chesapeake. Nel frattempo, Graves ha sostituito il vecchio e indeciso Arbuthnot. Ma i corsari americani hanno sequestrato lo sloopSpedizione, in corso con il messaggio vitale di Rodney, e quando ilCalabroneportato la notizia di un convoglio nemico che si avvicinava al New England, Graves salpò per intercettare quella flotta.

Mancando il convoglio, le navi di Graves tornarono per ricevere la conferma che il Commodoro de Barras era salpato da Newport il 25 agosto. Combinando la sua flotta con lo squadrone caraibico di Hood, Graves salpò verso sud aspettandosi di trovare solo otto navi francesi, non una vera e propria foresta di alberi.

La decisione di Graves di indossare la linea ha posto il 74-gunShrewsburynel furgone, che si avvicinava obliquamente alla flotta francese, che navigava mure a sinistra. Alle 2:30 di quel pomeriggio, Graves, approfittando del vantaggio del sopravvento, o indicatore del tempo, alzò la bandiera a scacchi blu e bianca per abbatterla. Inorridito, vide la sua flotta manovrare in successione secondo gli ordini permanenti di Arbuthnot, non simultaneamente come intendeva. Ciò ha lasciato il furgone a portata di pistola, ma la parte posteriore inglese stava diventando troppo ampia per attaccare le navi francesi emergenti che le correnti stavano trasportando verso sud. Le navi di De Grasse, a loro volta, non potevano puntare più di sei punti cardinali (67 gradi) nel vento e rimanevano sottovento.

Un impaziente Graves fece quindi segno alla parte posteriore di fare più vela. La luce del giorno stava calando e si avvicinava la sera quando finalmente, alle 4:11 del pomeriggio, trascinò lungo la linea del vessillo di battaglia e alzò il segnale di ingaggio ravvicinato. Il 74- pistolaMontagu, 12 ° in linea, ha aperto la battaglia con una bordata.

Tuttavia, il suo fuoco era inefficace a quella distanza lontana. Inspiegabilmente orzando le sue vele, ilMontagurovesciò il vento dalla tela per rallentare la nave, costringendo la parte posteriore a cadere più indietro. Alle 4:22 del pomeriggio, Graves ha issato di nuovo la linea della bandiera di battaglia per ristabilire l'ordine, ma cinque minuti dopo ha mostrato il segnale di azione ravvicinata. Sperando di dare l'esempio, virò sul suoLondraverso la linea francese, solo per oscurare il fuoco di due navi inglesi si è sovrapposto. Al furgone, il capitano Mark Robinson sulShrewsburyaveva già perso le vele anteriori, principali e mezzanePlutone74 cannoni.

Puntare al sartiame piuttosto che agli scafi in legno era parte integrante della strategia francese perché i longheroni frammentati, le vele sminuzzate e le drizze divise ostacolavano o distruggevano la mobilità di una nave e potevano mettere l'intera linea in disordine. IlIntrepido,Montagu, ePrincipessa, dietro ilShrewsbury, sparò furiosamente, ma la risposta francese venne menoAjaxÈ topgallant e scafo la perditaTerribile. Capitano Robinson, perdendo una gamba, il suo primo luogotenente e ilShrewsburyLa capacità di mantenere la posizione, ha virato, consentendo il 64-cannoneIntrepidoper prendere il furgone, dove ha subito ricevuto 65 buche sul lato di dritta e ha subito 60 vittime.

Percependo un'uccisione, il cannone da 80agostochiuso per salire a bordo dei 70 cannoniPrincipessa. Nove navi britanniche nella parte posteriore, che sparavano a malapena o ricevevano un colpo, o non videro i segnali o, supponendo che la linea di battaglia avesse la precedenza sul combattimento ravvicinato, non avanzarono per sostenere il furgone inglese assediato. L'ammiraglio Graves, mescolando segnali come un mazzo di carte da gioco, ripetutamente alzati e abbassati ingaggia il nemico fino alle 6:23 di sera, quando è stato esposto il solo vessillo della linea di battaglia. L'oscurità presto sopraffece la diminuzione delle cannonate, mentre le flotte avversarie salpavano verso il mare.

Quella sera, le fregate britanniche portarono rapporti a Graves poco ottimisti; vittime includevano 90 morti, ilTerribilestava prendendo due piedi d'acqua ogni 20 minuti, ilAjaxera anche scafo e le manovre erano state abbattute sulle tre navi furgone. Adm posteriore Francis Drake sulPrincipessaavvertì una profonda apprensione per l'albero principale della cima che andava oltre il lato e persino l'ammiragliaLondraera in una situazione estremamente miserabile. Sebbene esausti dalla battaglia, i carpentieri e gli equipaggi segarono, giuntati e montati da giuria e sartiame danneggiati mentre i chirurghi nelle cabine di pilotaggio si prendevano cura dei 206 feriti.

Al mattino, Graves intuì che la sua flotta non era in grado di riprendere la battaglia. Fortunatamente, è stato calmato. Graves, in un consiglio di guerra, castigò i suoi capitani di retroguardia, ma Hood, aderendo anche alIstruzioni di combattimento, ribatté che la linea del segnale di battaglia di Graves impediva alle retrovie di avvicinarsi per offrire supporto. Le accuse tra comandante e subordinato sarebbero risuonate nei giornali di bordo, nei diari personali e nelle sale dell'Ammiragliato.

Per i tre giorni successivi, le due flotte malconce si guardarono con diffidenza. De Grasse, che era stato costretto a lasciare a terra molti artiglieri e ufficiali qualificati, subì 209 vittime, per lo più sul 74- cannoneTiara, il cui Capitano de Monteclerc era tra gli uccisi. Nel complesso, le sue navi sono emerse dalla battaglia in condizioni migliori. Tuttavia, l'ammiraglio non cercò una vittoria decisiva: il sostegno all'assedio di Yorktown rimase la sua missione, non rischiare o affondare navi. In effetti, l'apparente inattività di de Grasse smentiva la strategia di attirare gli inglesi in mare per consentire a de Barras di entrare indisturbato nel Chesapeake.

Le correnti e il vento trasportavano gli avversari verso sud, ma il capitano Bougainville aveva molta paura che gli inglesi semplicemente scivolassero nella baia e prendessero il controllo: esattamente il piano che Hood incoraggiò Graves a tentare. Con la flotta francese superiore al largo, il comandante britannico ribatté che un tale schema avrebbe rafforzato l'esercito della Cornovaglia ma avrebbe intrappolato lo squadrone britannico nel Chesapeake.

Il vento rinfrescante dell'8 settembre ha fornito agli inglesi la misura del tempo per un attacco incerto che Graves ha interrotto rapidamente, ma al tramonto del 9 settembre, lo stallo si è concluso quando le flotte si sono separate per tornare indietro per il Chesapeake. De Grasse vinse facilmente questa regata disperata perché le manovre danneggiate rallentarono lo squadrone britannico, così come l'affondamentoTerribile, che doveva essere affondato il giorno successivo. Entro il 13 settembre, la fregataMedea, esplorando avanti, riferì a Graves che le otto navi di de Barras erano arrivate, dando a de Grasse, quando raggiunse la baia la notte prima, un totale di 36 navi. I francesi erano diventati padroni assoluti della baia di Chesapeake.

In un altro consiglio, secondo un racconto, l'aspro Hood divenne insolitamente conciso, non sapendo cosa dire nello stato veramente deplorevole in cui ci siamo trovati. Graves, considerando la posizione del nemico, [e] le attuali condizioni della flotta britannica ... decise che lo squadrone britannico ... avrebbe dovuto procedere con tutto l'invio a New York.

Washington definirebbe la Battaglia dei Promontori della Virginia, un impegno parziale, e gli storici descrivono lo scontro di 90 minuti come una delle battaglie navali decisive meno ispirate del secolo.

A Yorktown, Cornwallis, colpito da cannoni d'assedio francesi appena arrivati, avvertì il suo comandante in capo, Sir Henry Clinton, di essere pronto ad ascoltare il peggio. Ritornando a New York, gli inefficaci discutevano con gli inetti sugli attacchi diversivi a Filadelfia o su una spericolata assalto anfibio nella baia di Chesapeake. Casi disperati richiedono rimedi coraggiosi, dichiarò l'ammiraglio Hood, e se ne andarono, ma la flotta di 25 navi e 7.000 soldati salvò solo tre uomini in una piccola barca al largo dei Promontori della Virginia. Portavano la notizia che Cornwallis si era arreso a Washington il 19 ottobre, lo stesso giorno in cui la flottiglia britannica era salpata.

Lord North ha ricevuto la notizia come avrebbe preso una palla nel petto. Oh Dio, è tutto finito! È tutto finito! esclamò, riferendosi alle speranze britanniche di sottomettere le tredici colonie. Il sentimento rifletteva anche accuratamente lo stato della sua amministrazione Tory, in procinto di cadere dal potere. Dall'altra parte della Manica, Luigi XVI diede giubilante questo ordine: Tutti gli abitanti di Parigi illumineranno ... la facciata delle loro case per celebrare ... la grande vittoria ottenuta in America.

Nel febbraio 1782, il Parlamento sospese tutte le operazioni militari americane e presto gli inglesi evacuarono Charleston, Wilmington, Savannah e New York. Numerosi lealisti americani sono fuggiti in esilio. Il Trattato di Parigi, che poneva fine al conflitto, non fu firmato fino al 3 settembre 1783, ma l'America divenne un teatro minore in una guerra ancora in corso inesorabilmente nel Mediterraneo e nell'Oceano Indiano.

L'intervento decisivo della Francia ha dato agli americani la fiducia necessaria per respingere le proposte concilianti della Gran Bretagna e perseguire l'indipendenza perché, come ha affermato la viscontessa de Fars-Fausselandry, la causa americana sembrava la nostra.

In cambio, la Francia ottenne nuove vestigia di orgoglio militare e bastioni in India, Senegal e nell'isola caraibica di Tobago. Tuttavia, è stato lasciato con un'insolvenza finanziaria e politica che sarebbe culminata in una calamità. La rivoluzione francese senza alcun dubbio è iniziata in America, ha detto l'ufficiale aristocratico Gabriel de Sartine. Andando in guerra attraverso l'Atlantico, ha detto, vorrei che il mio paese godesse della libertà [dell'America] ... compatibile con la nostra monarchia, la nostra posizione e le nostre maniere. Invece, l'intero ancien régime usciva allegramente su un tappeto di fiori, immaginando poco l'abisso sottostante. Re Luigi XVI e l'Ammiraglio d'Estaing erano tra le migliaia ghigliottinate. Alla fine, un oscuro ufficiale di artiglieria corso, Napoleone Bonaparte, si alzò per sfidare al massimo l'Inghilterra.

Per la Gran Bretagna, l'intervento francese ha riconciliato Whig ardenti come Lord Jeffrey Amherst e l'Ammiraglio Lord Augustus Keppel che si erano opposti alla lotta contro gli americani ma si erano radunati contro un antico nemico in una guerra che terminò con sconfitte e trionfi. Il 12 aprile 1782, gli ammiragli Rodney e Hood catturarono l'ammiraglia di de Grasse e quattro della sua squadriglia caraibica nella battaglia di Les Saints (Dominica), che sventò l'invasione della Giamaica. L'imponenteCittà di Parigiè stato paralizzato, sequestrato e poi perso in una tempesta. Hood in seguito aiutò l'ammiraglio Lord Richard Howe ad alleviare Gibilterra, dopo che aveva resistito a un epico assedio di quattro anni.

La guerra navale rimane una battaglia tra innovazione e tradizione, ma per sconfiggere Napoleone, la Royal Navy si scrollò di dosso l'inerzia, la corruzione e il nepotismo che l'avevano portata al suo nadir. L'Ammiragliato adottò scafi rivestiti di rame che consentivano alle navi di ritardare la crescita dei cirripedi, mantenere la velocità e rimanere più a lungo in mare. Le razioni di succo di limone, richieste nel 1794, sconfissero lo scorbuto mortale, il Flagello del mare e lo Spoyle of Mariners.

I progressi negli armamenti includevano uno sparo più rapido con le armi da fuoco. Cambiamenti significativi nella fusione dei cannoni migliorati. Il vice ammiraglio Sir Charles Douglas ha aumentato la portata orizzontale dei cannoni a 90 gradi e l'introduzione della carronata corta ma potente gli è valsa il soprannome di smasher perché poteva lanciare palle da 68 libbre in modo devastante a distanza ravvicinata . Tatticamente, gli ammiragli Sir Charles Knowles, Lord Richard Howe e Richard Kempenfelt hanno rinnovato ilIstruzioni di navigazione e combattimentocon un rivoluzionario sistema di segnali numerici.

Tuttavia, ci volle un oscuro figlio di un parroco del Norfolk per riscattare alla fine l'eredità macchiata della Royal Navy. Horatio Nelson ha respinto la pedanteria prevalente su una linea adeguatamente formata e ha trasformato gli ultimi capitoli nell'era della vela da combattimento dichiarando che nessun capitano può fare molto male se mette la sua nave accanto a quella di un nemico.

Nell'audace battaglia del Nilo la notte del 1 ° agosto 1798, l'ammiraglio con un occhio solo e un braccio solo mostrò solo nove segnali per distruggere la flottiglia francese e contrastare la vanagloriosa campagna egiziana di Napoleone. A Copenaghen, il 2 aprile 1801 ignorò i gagliardetti che ordinavano al suo squadrone di ritirarsi dall'impegno con la flotta danese e trionfò. Tra la manciata di segnali mostrati a Trafalgar, l'Inghilterra si aspetta che ogni uomo faccia il suo dovere, è stato il più decisivo. Se la flotta britannica fosse stata in ottime condizioni e comandata da un simile ammiraglio, l'esito della Battaglia dei Capi e il destino delle tredici colonie ribelli avrebbero potuto essere molto diversi.

Pubblicato originariamente nel numero dell'inverno 2009 diTrimestrale di storia militare.Per iscriverti, clicca qui.